lunedì 1 ottobre 2012

arazzo di Bayeux: un fumetto dal medioevo?

Uno dei documenti più importanti e originali del medioevo è l'arazzo di Bayeux detto anche arazzo della regina Matilde, perché originale? Si tratta di un ricamo su tela di lino, realizzato con fili di lana di otto colori diversi, lungo circa 70 metri e alto 50 centimetri. Comprende 58 scene, o 30 o 70  (gli esperti come al solito sono in disaccordo) con scritte in lingua latina che illustrano la conquista dell'Inghilterra da parte dei normanni guidati dal duca di Normandia Guglielmo, in seguito denominato il Conquistatore. L'arazzo venne ordinato dal fratellastro di Guglielmo, il vescovo Odone di Bayuex e qui realizzato tra il 1070 e il 1077. Vi sono raffigurati 126 personaggi, 190 cavalli, 186 corazze, ma anche castelli, navi, chiese, ecc.
L'arazzo racconta le vicende che precedettero l'invasione normanna e l'invasione stessa fino 
Aroldo, fratello del re d'Inghilterra Edoardo fa naufragio in Francia nel 1064, viene fatto prigioniero e consegnato al duca di Normandia Guglielmo e giura di sostenerlo nella successione al trono inglese. Quindi Aroldo rientra in Inghilterra e si fa proclamare re alla morte del fratello, tradendo la parola data. Quindi Guglielmo fa costruire una flotta per attraversare la Manica e invadere l'Inghilterra. La cometa di Halley preannuncia la vittoria di Guglielmo. Il racconto si conclude con la vittoria di Hastings del 1066 con cui i Normanni sconfiggono gli anglo - sassoni di Aroldo e conquistano l'Inghilterra.
Il punto di vista del racconto è quello normanno, l'arazzo giustifica l'invasione dell'Inghilterra e legittima la conquista normanna, ma vi è anche una finalità religiosa: viene infatti mostrato a quali disgrazie vadano incontro Aroldo e gli inglesi per non avere Aroldo rispettato il giuramento prestato sulle sante reliquie. Tra le altre cose l'arazzo veniva esposto nei giorni di luglio in cattedrale nel corso dei festeggiamenti delle sante reliquie.

Una immagine ad alta risoluzione dell'arazzo è disponibile in wikimedia.

Oltre che una importante fonte di conoscenza storica che ci informa sulle tecniche di costruzione di navi e castelli, sulle tecniche di combattimento, i vestiti, le armi, le fortezze, cene e ricevimenti, ecc., il fascino dell'arazzo è da ricercare nell'originalità delle modalità di rappresentazione che ricordano il fumetto o una sorta di film, un western medioevale.
In questo video è visibile una versione dell'arazzo di Bayeux dove i ricami sono animati.


Nel 2007 l'arazzo di Bayeux è stato inserito tra le memorie del mondo, programma dell'Unesco, fondato nel 1992, che mira a individuare e tutelare i più importanti documenti storici

Fonti
De Luna - Meriggi, Il segno della Storia, volume 1, Paravia, pag. 29.